Bollicine dal Mondo: Parigi, tra Crazy Horse e Moulin Rouge

20130320-115121.jpg

La nostra inviata speciale Cocó Rouge, sempre in giro per il mondo, è approdata anche a Parigi, dove è andata a visitare i locali storici de La Ville Lumière.
Ecco il suo racconto:
“In occasione della settimana della moda mi trovavo a Parigi dal 28 febbraio al 5 marzo e come non cogliere l’opportunità di andare al CRAZY HORSE e al MOULIN ROUGE?
Sabato 2 marzo ore 20.30 al 12 di avenue George V mi accingo ad entrare al Crazy Hourse…
Posato il piumino al guardaroba, una hostess mi fa accomodare al mio tavolo, mi apre la bottiglia di champagne e mi augura una buona visione.
Sono in una posizione fantastica ho davanti a me il mitico palco!
L’ambiente è molto intimo alle 21.00 in punto inizia lo spettacolo il tendone nero, su cui era proiettato un viso di donna con caschetto bianco, si apre… ed eccole apparire 12 ragazze bellissime con cappello da guardia inglese della regina (quello alto di pelo nero), sono praticamente nude con guanti rossi e una cintura su cui si aggancia il reggicalze, si muovono come burattini….. si susseguono numeri bellissimi di performer singole con corde o in coppia con effetti di specchi, molto sofisticati per niente volgari veramente di classe…. Diciamo che l’unico numero di burlesque è eseguito da una ragazza che interpreta una segretaria che si spoglia appoggiandosi ad una scrivania…. Che dire? Queste non sanno neanche cosa sono i pasties hanno fili interdentali al posto di slip che si tolgono senza problemi!!!! Diciamo che se lo possono permettere sono veramente bellissime….
Tutt’altro ambiente è Il Moulin Rouge, enorme, praticamente un vero e proprio teatro, situato nel quartiere Pigalle sotto Montmartre, sicuramente molto più commerciale, meno sofisticato. Qui le ballerine sono tantissime con costumi molto appariscenti, sembra molto più uno spettacolo di varietà, di burlesque nenche l’ombra…diciamo che il prezzo del biglietto viene ripagato dai 4 minuti di can can!!! Molto coinvolgente, ma assolutamente non paragonabile all’atmosfera che si respirava al Crazy….. Purtroppo non sono riuscita ad andare al Lidò sarà per la prossima volta!!!!! Au revoir!”
20130320-115154.jpg

Lucille Bonneville e Blonde Venus sul palco del Castelli Gourmet

20130315-235951.jpg

A grande richiesta sono tornate ad esibirsi sul palco del Castelli Gourmet, due Champagnine che hanno debuttato pochi mesi fa.

Lucille Bonneville, che ha portato in scena una sua rivisitazione della coreografia Bad Girl, interpretando una piccante segretaria alle prese con il noioso lavoro in ufficio.

Blonde Venus, che si è esibita su un numero di sua creazione: la sexy prestigiatrice.

E per la gioia dei presenti è stata replicata la coreografia a due delle Infermierine, in onore del nostro esimio ospite il dott.Rachmaninov che è tornato ad aggiornarci sulle sue ricerche scientifiche sulla Burlesque Therapy.

Complimenti a queste promettenti fanciulle!

20130315-235927.jpg

Progetto “Laboratorio Burlesque” sesto incontro: Burlesque Shake! (Seconda puntata)

20130313-105722.jpg

Visto il grande successo del Progetto Laboratorio Burlesque, a grande richiesta abbiamo aggiunto una serata fuori programma, un sesto incontro sempre dedicato alle sperimentazioni delle nostre alunne.

Vi invito a non mancare, vedrete in scena Blonde Venus e Lucille Bonneville in una nuova veste!

Appuntamento giovedí 14 Marzo ore 20.30 al Castelli Gourmet, via Cerano 15.

Bollicine dal Mondo: il burlesque a Roma

20130312-005011.jpg

Dopo New York City, la nostra inviata speciale Cocó Rouge ha fatto una salto a Roma e si è precipitata per noi al Micca Club.
Ecco il suo racconto.

“15 febbraio ore 20.00. Sono al Micca Club di Roma, dopo una cena molto simpatica, verso le 23 inizia lo spettacolo.
Il tema della serata è burlesque contro boylesque, il tutto si fa molto interessante, è la prima volta che assisto ad una esibizione maschile!
Ecco che arriva il presentatore Alessandro Casella, un vero personaggio: pantalone aderente, giacchetta a righe papillon e pettinatura anni 40, annuncia la prima performer Giuditta Sin.
Sembra una farfalla, si muove sul palco facendo ondeggiare delle bacchette che sono nascoste nell’abito lungo e ampio di stoffa leggera e trasparente che ad un certo punto toglie slacciando i fiocchetti davanti, numero molto sinuoso e particolare, forse un po’ lungo, ma molto apprezzato dal pubblico maschile.
Ed ecco il turno di Alan De Bevoise, entra in scena con l’inno nazionale italiano “Fratelli d’italia” in alta uniforme (a dir la verità un po’ nazi), cambio di musica: gioca con il frustino si sfila i guanti, la cintura si slaccia la giacca e via …… è un grande! sotto la camicia ha una mini bandiera italiana con la quale gioca. Rimane in slip neri, stivali, e armatura sado maso con teschi all’altezza del petto!!
Ed ora l’ultima performer, fantastica Sophie D’Ishtar . Abito settecentesco con tanto di parucca stile Maria Antonietta , è spettacolare con molta ironia si toglie i guanti la gonna da sirena le calze e per ultimo il reggiseno!
E’ stata una serata fantastica, non si può andare a Roma e non passare per il Micca Club.”

Debutto di Black Dalilah e Crazy Musa

20130308-195306.jpg

Giovedí 28 Febbraio al Castelli Gourmet hanno debuttato altre due allieve della Champagne Academy: Black Dalilah e Crazy Musa, entrambe del corso di Como.

Un debutto vero e proprio, visto che hanno portato in scena non le coreografie imparate al corso ma i propri numeri!

Le ragazze nonostante l’emozione si sono mosse sicure tra i tavoli e gli sguardi curiosi di clienti, amici e colleghi.

Da quel che ho potuto capire, sentendo i commenti entusiasti delle debuttanti in camerino, vedrete molto presto queste due “stelle nascenti” del burlesque calcare le scene, visto che a quanto pare non vedono l’ora di salire di nuovo sul palco!

In bocca al lupo ragazze, continuate cosí!

20130308-194740.jpg

20130308-194727.jpg

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: